giovedì 19 gennaio 2017

Spaghetti con fondutina di formaggio e cavolo nero



Il cavolo nero come ogni inverno, molto presente nei miei piatti di tutti i giorni.....la trovo una verdura piena di potenzialità, devo provarla in un alcuni di abbinamenti che ho in mente, polpette, cake salati, gli gnocchi....... Per ora a casa mia in queste giornate fredde, va per la maggiore la zuppa, ma da oggi molto spesso saranno questi spaghetti davvero saporiti! Devo darvi le dosi....? mannaggia ....ho fatto tutto a occhio....proviamo!

Per 2 persone:
un mazzetto di cavolo nero ( fatene molto, vi avanzerá per le prossime volte, tanto si puó congelare) . 
Cubetti di prosciutto crudo o coppa.
Olio evo
100 ml di panna
70g di formaggio saporito ( io avevo in casa dell'Auricchio piccante)
200g di spaghetti
Sale, peperoncino

Lavate e affettate sottilmente il cavolo nero. Scaldate l'olio in una larga padella e fate insaporire con il prosciutto. Unite il cavolo nero e bagnate con acqua o meglio, brodo vegetale. Fate stufare per una ventina di minuti. Aggiustate di sale e volendo, un pó di peperoncino. Aggiungete l'acqua quando serve, ma finite la cottura con poco liquido. 

Prendetene 150g e sminuzzatelo con un frullino, ma non troppo, giusto per tagliuzzarlo ancora un pó. Mettete da parte.
Mentre cuoce la pasta, mettete la panna in una pentola che possa contenere poi anche la pasta. Unite il formaggio tagliuzzato e quando sará completamente fuso, unite anche il cavolo nero frullato.
Prima di scolare la pasta , se necessario, aggiungete uno o due cucchiai di acqua nella fonduta, poi tutta la pasta per far mantecare un minutino sul fuoco.
Servite ben calda. Bon apetit!



mercoledì 14 dicembre 2016

La mia prima Naked cake....brinata, per Natale!



Avrei nel cassetto ancora qualche torta di mele da postare, come detto nei post precedenti...ma l'atmosfera Natalizia finalmente ha fatto irruzione nella mia casa e un pò anche nelle mie giornate, perciò tutto si trasforma in qualcosa di brillante, luccicoso, innevato, magico......Anche le torte!!
Le Naked cake sono il mio ultimo amore..........perché non ho mai amato la pasta di zucchero, anche la più buona e sottile e perché le meravigliose e perfette torte che fanno capolino in ogni foto di ricorrenze e feste speciali....beh, non fanno per me, probabilmente non riuscirei nemmeno a farle, chissà!  Le ammiro, come ammiro Maggie Austin, per esempio, con le sue meravigliose decorazioni.......... ma, io sono di natura più disordinata......che ci posso fare! Le Naked Cakes fanno al caso mio!! Non devono essere perfette, devono solo essere belle, ridondanti di decorazioni o minimaliste, ma soprattutto promettere tutta la bontà che si scoprirà assaggiandole!

Per questa torta ho usato la base di una chiffon cake presa dal libro " Le Fluffose" delle bravissime Monica Zacchia e Valentina Cappiello, (se vi manca qualche regalo di Natale, ve lo consiglio vivamente!!) che ho poi farcito con panna e decorato con frutta brinata.

Ingredienti per uno stampo da 18/20 cm alto.

190g di farina 00
180g di zucchero
4 uova
80g di cioccolato bianco
80g di olio di semi
100ml di latte
8g di lievito per dolci
aroma di vaniglia 
un limone bio (serve qualche goccia e la scorza grattugiata)
un pz di sale

farcitura:

200ml di panna fresca
1 grosso cucchiaio di mascarpone
50g di cioccolato bianco
2 cucchiai di zucchero al velo

crema al burro per ricoprire la torta

125g di burro
100g di zucchero
5 ml di latte caldo   (si, non è un errore, 5!)
un goccio di vaniglia
un pizzico di sale

Una tazzina di limoncello ( o il liquore/sciroppo) che preferite, per bagnare la torta.


In una ciotola capiente unite la farina, il lievito, lo zucchero e il sale. Sciogliete a microonde o a bagnomaria il cioccolato con metà dell'olio. Fate raffreddare. In un'altra ciotola unite i tuorli con la vaniglia, l'altra metà dell'olio, il latte intiepidito e sbattete appena con una frustina. Appena il cioccolato è a temp. ambiente unitelo al composto di tuorli e olio. Montate a neve ben ferma gli albumi, con qualche goccia di limone.
A questo punto, unite alla farina il composto di uova e cioccolato, mescolate bene, poi cominciate ad aggiungere gli albumi, prima qualche cucchiaio per stemperare l'impasto, poi il resto con una spatola per non smontare il tutto.
Versate in una tortiera da 18/20: se è l'apposita da chiffon cake non dovete assolutamente imburrare, invece se usate una normale tortiera, purchè sia a bordi alti, imburrate e infarinate solo il fondo, perché andrà fatta raffreddare a testa in giù, quindi se imburrate tutto, vi cadrà inevitabilmente schiantandosi sul tavolo!!
Infornate a 160° per un'ora circa. Controllatela verso la fine cottura: crescerà molto, ma se al momento di toglierla, scuotendola appena sarà ancora traballante nel centro, lasciatela in forno altri 10 minuti o comunque fino a che sarà ben ferma.
Mentre cuoce preparate la crema per farcire.
Montate la panna alla quale avrete unito il cioccolato sciolto con un cucchiaio di latte o panna e lasciato raffreddare, il mascarpone e lo zucchero. Conservate in frigorifero.
Togliete dal forno la torta e fate raffreddare capovolta con degli spessori se l'impasto ha superato il bordo e lasciatela raffreddare qualche ora prima di farcirla.

Quando la torta sarà raffreddata preparate la crema al burro: montate con le fruste il burro morbido con latte, sale, zucchero e vaniglia fino a che sia ben montato.
Livellate se ha una cupola molto alta, poi tagliatela in  tre parti lasciandola capovolta ( cioè usate il fondo come primo strato, sarà più compatto e ben definito.  Bagnate ogni strato con il liquore scelto, senza esagerare, magari diluitelo con un goccio d'acqua, poi farcite con metà del composto di panna. ( con tre parti di torta, ovviamente gli starti di crema saranno due).
Posizionate la torta sul piatto prescelto e cominciate a ricoprirla con la crema al burro, facendo uno strato sottile, in modo che si veda la torta sottostante. Ci vuole un pò di abilità per fare questa operazione alla perfezione....con l'aiuto di spatole grandi e lunghe e un piatto girevole sarà più facile, ma ....con un pò di pratica miglioreremo tutte!!
Decoratela come più vi piace.
Potete benissimo farla il giorno prima e lasciarla in frigorifero ben coperta. Sarà ancora più buona.
spero di non aver scordato nulla....buon lavoro!




giovedì 20 ottobre 2016

Torta crumble di mele


Continuando sul tema....mele d'autunno......una torta buonissima e semplice semplice. Vista in rete ed è stata subito feeling. Poi vanno provate, si sa, ma questa è stata promossa!
La mia sarà una piccola raccolta di torte di mele, vi avverto.
Alla quale seguiranno pere, zucca, castagne.....forse uva. L'Autunno insomma, in tutte le sue declinazioni. Anche se di autunnale per ora ci sono giusto un pò di foglie, perchè almeno qui in Brianza, ci sono ancora giornate stranamente calde.....
Il crumble normalmente si usa sopra delle composte di frutta al forno, o sopra bicchierini dolci, come nota croccante e anche nella versione salata, sopra le verdure per esempio. Non l'avevo mai fatto in versione torta e devo dire che è molto comodo e goloso. Provate!

Ingredienti :

300g farina 00 ( io 200g 0, 100g farro))
100g zucchero di canna
100g burro ( io 50 burro, 30 olio)
50g nocciole tritate
1 uovo grande
1/2 bustina lievito
1pz di sale

4 mele
2 Cs zucchero
2 Cs di miele
50g pinoli
20g burro
1/2 cc cannella

Per prima cosa preparate il ripieno: pulite le mele e tagliuzzatele a pezzetti non troppo piccoli. Sciogliete il burro in una padella, unite zucchero e miele e, poi aggiungete le mele e fatele cuocere una decina di minuti.
Unite i pinoli e la cannella e spegnete il fuoco.
Mettete la farina con il lievito, le nocciole e lo zucchero in una ciotola capiente. Unite l'uovo e il burro a pezzetti a temp ambiente. Date una prima veloce mescolate poi strofinate tra le mani l'impasto per ottenere delle grosse briciole. Con circa metà del composto formate la base della torta in una teglia rivestita di carta da forno ( io ho usato cmq una teglia a cerniera): versate la metà dell'impasto e compattatelo con le dita come si fa per una cheesecake, lasciando il bordo appena più alto per accogliere il ripieno. Versate sopra le mele ormai tiepide e coprite il tutto con il resto dell'impasto lasciato a briciole grosse.
Infornate a 180° per mezz'ora circa, o comunque fino a che sia un pò dorata.
Lasciar raffreddare bene prima di toglierla dallo stampo.
Volendo servire con gelato o crema inglese.


Post più vecchi