mercoledì 28 gennaio 2015

Gnocchi di castagne e ricotta con cavolo nero



Una ricetta con la farina di castagne....tanto per ricordarmi che siamo ancora in inverno.......mi piacciono così tanto le castagne!! Mi è mancato un pò l'inverno vero, quello con la neve e il gelo per intenderci, quello in cui si mangiano volentieri caldarroste e cioccolata con la panna per riprendersi dal freddo.....Comunque sia, io nella neve ci spero ancora quest'anno, magari non tanta come a New York, ma una bella spruzzata non ci starebbe male...!!
Ecco la ricetta per delle chicche di castagne (gnocchi) morbide e delicate.

Ingredienti per 2 persone:
150g di farina di castagne
150 g di ricotta asciutta (io l'ho usata di capra)
45 g di acqua
un pizzico di sale

Per il ragù di cavolo nero:
un mazzetto di cavolo nero
dadini di pancetta o prosciutto crudo
una manciata di noci
sale, pepe 
olio evo

Ammorbidite con la forchetta la ricotta in una ciotola, impastate con la farina di castagne e l'acqua. Regolatevi con l'acqua, l'impasto deve essere morbido, ma non appiccicoso, perciò dipende da quanto è umida la vostra ricotta.
Ricavate un cordoncino e staccate tanti pezzetti grandi come una nocciola.
Intanto in una padella velata di olio, fate rosolare la pancetta, unite il cavolo tagliato a striscioline sottili, regolate di sale e pepe, poi copritelo appena di acqua e cuocetelo coperto per 15/20 minuti. Non fatelo asciugare troppo, deve rimanere un pò di liquido per condire bene.
 Nel frattempo, tuffate gli gnocchi in acqua bollente salata e fateli cuocere qualche minuto da quando vengono a galla. Pescateli con una schiumarola e impiattate. Aggiungete il cavolo nero con il suo sughetto e sbriciolate un paio di gherigli di noce.
A me sono piaciuti molto anche solo con una noce di burro e parmigiano.






martedì 20 gennaio 2015

Cavallucci toscani


Bellissima ricetta per chi, come me, aveva da tempo voglia di scoprire come si fanno questi biscotti che qui si trovano solo a Natale....E scopro ora che sono facili, leggeri e fattibili tutto l'anno, da tenere a portata di mano quando si ha voglia di qualcosa di dolce-ma-non-troppo. Ormai è da Natale che li ho fatti e quelli rimasti (erano una grande quantità!) sono solo diventati un pò più duri ed è esattamente così che io li conoscevo, anzi, non avevo proprio idea che appena fatti fossero quasi morbidini....quelli che compravo in questa stagione erano sempre duri come il muro! Anche se forse i toscani inorridiranno, avrei voglia di provare frutta secca e spezie diverse per fare una versione non Natalizia, perchè mi piace proprio la consistenza e la leggerezza di questi biscotti, e poi quella farina intorno....!!!
La ricetta l'ho finalmente trovata nel bel libro di Giulia Scarpaleggia "I love Toscana", che trovo bellissimo!

Ecco gli ingredienti:

350 g di zucchero
170 di acqua
650 g di farina
30 g di zucchero al velo
200 g di noci sgusciate
90 g di canditi a cubetti (per me arancia e cedro)
15 g di ammoniaca per dolci
15 g di spezie per Cavallucci ( cannella, noce moscata, coriandolo, anice)

Preriscaldate il forno a 180°. In una ciotola capiente, spezzettate le noci e aggiungete i canditi, le spezie, lo zucchero al velo e l'ammoniaca.  Mescolate con le mani. Unite la farina e mescolate ancora. In una pentola a fondo spesso, fate sciogliere lo zucchero con l'acqua: non fate iniziare la fase del caramello, se no i Cavallucci verranno troppo duri. Quando sarà sciolto, versarlo nella ciotola e amalgamate con un mestolo di legno. Infarinate bene una spianatoia o un grande tagliere, rovesciate l'impasto e formate due salsicciotti di 5 cm di diametro. Tagliateli a rondelle, da ogni rondella formate una pallina, infarinatela bene e schiacciatela con una ditata al centro. Mettetele ben distanziate sulle teglie da forno e cuocetele per 15 minuti nel forno caldo. Non si coloreranno,  ma va bene così.  Lasciateli raffreddare prima di mangiarli. Ben chiusi si conservano molto tempo.



domenica 11 gennaio 2015

Tartufini con datteri e nocciole al cacao



Piccolo dolcetto fatto per non farvi sentire in colpa.....è un pò che volevo provare questa ricetta, la trovate in diverse varianti, in effetti anche voi potete modificare gli ingredienti come più vi piace, tenendo come base i datteri. E' molto gradevole questo connubio pasta di datteri+frutta secca+cacao. Certo, non dovete aspettarvi dei tartufini al cioccolato, ma se per mille ragioni volete fare una cosa più leggera, o non volete mangiare cioccolato e panna o burro, provateli! Si possono facilmente fare all'ultimo momento se avete bisogno di un dolcetto da offrire. La dolcezza è solo quella data dai datteri e non ci sono grassi.

Ingredienti per 30/35 tartufini

15 datteri di quelli grossi e morbidi
2 cucchiai di cacao amaro
100 g di frutta secca (io nocciole e mandorle)
cocco, cacao o granella di nocciole per decorare

NB. in un'altra versione un pò più dolce,  ho aggiunto 70 g di cioccolato bianco sciolti in 3 cucchiai di latte, e ho lasciato il tutto in frigo a rassodare un paio d'ore, prima di formare i tartufi.

Sminuzzare la frutta secca in un robot da cucina e aggiungere il cacao.
Tagliare i datteri, togliere il picciolo e il nocciolo e inserirli nel robot insieme al resto. Frullate bene, dovrebbe formarsi una massa morbida. Se così non fosse, unite un altro paio di datteri. Formate tante palline che arrotonderete con le mani e passatele nella finitura scelta. Conservateli in frigo ma toglieteli un pò prima di gustarli.



Post più vecchi