martedì 8 luglio 2014

Insalata molto estiva con pollo e pesca


Questo post è fuori luogo in una giornata come questa....insalata estiva?....ma dov'è l'estate????
Ho sbagliato i tempi, perchè vi assicuro che nei 10 giorni di caldo torrido che hanno preceduto questo pseudo-arrivo-dell'autunno, ho fatto questo piattino praticamente tutti i giorni, con poche varianti.
Che cos'ha di speciale? La pesca, che regala uno squisito profumo e una sensazione leggermente agrodolce che ben si sposa con la giardiniera e con il pollo.
Certo, guardando i nuvoloni fuori rimpiango proprio di non essere riuscita a scriverlo prima, questo post, ma insomma.....provate a farla appena ci sarà una temperatura degna della stagione, forse vi stupirà, come ha stupito me!

Ingredienti per 2 persone:
insalatina tipo misticanza o altro
giardiniera agrodolce ( se non l'avete è l'occasione buona per farla!)
mais
una pesca piuttosto acerba
un petto di pollo
aceto balsamico di quello buono
olio evo, sale

Dividete il petto di pollo in due e battetelo con un pestacarne tra due fogli di carta da forno per renderlo più omogeneo di spessore ( 2 o 3 centimetri). cospargetelo con un trito di erbe a piacere, sale e pepe e mettetelo in una pentola tipo bistecchiera solo unta d'olio, in modo da abbrustolirlo ben bene, poi abbassate il fuoco e continuate la cottura per circa 15/20 minuti. Lasciatelo riposare qualche minuto, poi tagliatelo a fettine, vedrete che sarà croccante fuori e morbido e succoso dentro. Se volete una cottura più veloce cuocetelo già tagliato a fette, ma in questo modo sarà un pochino più asciutto.....lasciatelo intiepidire e poi tagliatelo a striscioline.
Unite tutti gli ingredienti dell'insalata compresa la pesca tagliata a fettine sottili e il pollo.
Condite con olio e sale e aceto balsamico denso e profumatissimo.
Gustatevela, a me è piaciuta tantissimo.

mercoledì 28 maggio 2014

Granola bars....alleggerite


Non ci posso credere....quasi due mesi di assenza......magari non se n'è accorto nessuno!! :-)
Stranamente in un periodo in cui il lavoro ufficiale comincia a scarseggiare, il daffare è molto di più.....si cercano attività alternative e la cosa risulta interessante. Quindi la cucina va un pò a rilento ultimamente, è vero, ma ricette ne abbiamo provate, solo che è proprio mancato il tempo da dedicare al blog. 
Sto scrivendo con un temporalone in agguato.....mi piace il cielo nero e l'attesa dell'inizio, ma devo recuperare Truffe perché è terrorizzato dai tuoni! Sto divagando, veniamo alla ricetta.
Le barrette energetiche non lo sono poi tanto perché dopo tante prove ho tagliato sugli ingredienti più calorici, che però servono a tenerle insieme....ho calcolato che con questa dose mi vengono circa 25/28 barrette da 80/100 calorie l'una. Non è pochissimo, ma come colazione sono perfette con dello yogurt e caffè o thè, o per merenda,  poi se dovete mangiare fuori al volo, una paio di queste con un frutto o due, danno soddisfazione e vi fanno sentire quasi....sazie. Quasi. 
Comunque è un piacere sgranocchiarle e non ci sono sensi di colpa.

Ingredienti:
250g di fiocchi di cereali ( io ho usato: avena, riso e 6 cereali misti)
75g semi di zucca 
75g tra mandorle e nocciole tritate
Qualche pezzetto di frutta secca (nel senso di disidratata) tipo 4 o 5 albicocche tagliate a pezzetti piccoli.
130g di miele (io ne ho usato un tipo denso)
65/70g di Tahine (pasta di sesamo) ma potete usare anche pasta di datteri o burro

Mettete tutti i fiocchi di cereali in forno a 150° a tostare 10 minuti. Gli ultimi due o tre minuti aggiungete i semi di zucca e le mandorle/nocciole tritate.
Intanto mettete il miele con la pasta di sesamo ( la trovate nei negozi bio) a sciogliere a fuoco dolce, mescolando ogni tanto per non far bruciare il tutto ( ve lo dico perchè l'ho fatto!) Appena vedete la prima bolla, spegnete.
Raccogliete i cereali in una marmitta, versate sopra il composto liquido e caldo e poi la frutta a pezzettini.
Mescolate molto bene, perchè il liquido è poco rispetto alla quantità dei componenti solidi, si devono mischiare per bene in modo che possano compattarsi poi.
Versate il composto appiccicoso in una teglia da forno diciamo di 30 x 30 cm circa ( poi dipende dallo spessore che volete ottenere, io circa 1,5 cm ) e compattatela molto bene con una spatola.
Infornate a 170° per 20/25 minuti, devono dorarsi appena appena, poi sfornateli e lasciateli raffreddare completamente prima di toglierli dalla teglia ed affettarli. Appena uscito dal forno, il composto sarà ancora morbido e vi sembrerà che mai potrà solidificarsi, ma non è così, raffreddandosi, sarà compatto.
Tagliate le barrette e conservatele in una scatola di latta o un vaso di vetro ben chiuso.





lunedì 14 aprile 2014

Ovetti tipo Figolli maltesi



I Figolli di Malta. L'anno scorso li avevo visti da Cinzia e ne ero rimasta incantata....sono anche decorati con dei colorini così delicati che mi era venuta voglia di farli subito anche se Pasqua ormai era passata da un pezzo.
Se guardate da lei, ne potete leggere anche l'origine: è sempre bello fare qualcosa legato ad una tradizione, non necessariamente la nostra. Io non li conoscevo proprio e li trovo davvero deliziosi come piccolo dono pasquale, tra l'altro sono buonissimi.
Qui ve li ripropongo in versione ovetto, dopo aver modificato la ricetta della frolla per escludere il burro e renderli un pò più leggeri....almeno per mettere a posto la coscienza!!
Avevo anche fatto una versione del ripieno un pochino alleggerita, ma in questo modo però non si conservano tantissimo, così vi metto la versione tradizionale, in modo che possiate anche farli in anticipo e regalarli dopo qualche giorno senza problemi.

Frolla senza burro

300 g farina 0
1 uovo e mezzo
130g di zucchero
60g di olio di semi
un pz di sale
se serve, un cucchiaio di acqua fredda
la buccia grattugiata di 1/2 limone

Impastate tutto velocemente, poi mettete in frigo almeno un'oretta

Ripieno

150g di mandorle spellate
150g di zucchero
1 albume
la buccia di 1/2 limone
estratto di vaniglia o acqua di fiori d'arancio

Tritare le mandorle finemente facendo attenzione a non scaldarle troppo con le lame. Per aiutarsi, meglio mettere nel robot un po di zucchero. Amalgamare poi tutti gli ingredienti e inserire la pasta ottenuta in una sac-a poche (secondo me è più comodo che non con un cucchiaino). Tenete il ripieno morbido, nel caso aggiungete un cucchiaio di acqua.
Stendere la pasta frolla in spessore di 2/3 millimetri e ritagliare i biscotti con la forma scelta tra i simboli pasquali. Distribuire un pò di ripieno, come per i ravioli e coprire con un altro biscotto premendo bene i bordi.


Infornare a 180° per 25/30 minuti. Non fateli colorire troppo.
La frolla con l'olio all'inizio rimane molto croccante, anche perchè non ho aggiunto lievito, ma dopo qualche giorno diventa comunque morbida, perciò è perfetta per questi dolcetti.
Una volta raffreddati potete decorarli con della glassa reale o del cioccolato o anche lasciarli "nudi".
Qui sotto qualche esempio per fare delle decorazioni semplicissime con glassa reale e confettini.





Questi sono invece biscottini semplici decorati sempre con glassa reale, ma in un modo un pò più elaborato. Presto faremo un post di spiegazioni.

Post più vecchi