domenica 23 settembre 2012

Marmellata piccante di peperoni



Favolosa marmellata che è da molto tempo un must della mia produzione di conserve.
Solo il colore mette allegria, che ne dite? In una giornatina tristina come questa non da una sferzata di buonumore? Peccato che alla fine della distribuzione in tutti i miei bei vasetti pronti (e per fortuna non ancora etichettati), tutto questo ben di Dio, sia finito dritto in pattumiera! :-/
E' stato infatti quando sono arrivata sul fondo della mia bella pentola nera, che ho visto con orrore che il frullatore a immersione (bastardo!...si può dire?) che si è rotto esattamente mentre frullavo la marmellata, a metà cottura, mi aveva letteralmente "spelato" la pentola!! E non so come sia stato possibile, il fondo è durissimo, non una normale antiaderente (avete presente quelle nere di Matteo Thun?)......fatto sta che non ho potuto far finta di niente....sebbene ammaliata dal colore e dal sapore di questa marmellata, ho dovuto cestinare il tutto.
Che poi non è ancora vero...in realtà è ancora lì sul tavolo che mi guarda, ma ormai....
Ebbene sì, stamattina ne avevo anche regalato un vasetto e ho dovuto telefonare per avvisare di non mangiarla........
Voi fatela però, è troppo buona.....

Ingredienti:
1kg di peperoni rossi e gialli già puliti
450g di zucchero di canna
2 cc di sale
2 cc di peperoncino secco frantumato ( cominciate con uno, poi se vi piace, aumentate)
250 ml di aceto di mele

Ridurre i peperoni in striscioline di 1/2 cm.
Riunirli in una pentola con tutti gli ingredienti e far cuocere 30/35 minuti. Togliere dal fuoco e frullare il tutto con un frullatore a immersione (magari controllando che non si stia staccando la parte che protegge la lama!).
Rimettere sul fuoco e far addensare come una normale marmellata facendo poi la prova del piattino.
Invasare in vasetti sterilizzati e caldi e rovesciare per creare il sottovuoto.
Gustarla con formaggi, con carne, ma anche con semplice pane abbrustolito.




4 commenti:

  1. è da un anno che voglio farla... ce la farò prima o poi? Salvo la ricetta, si sa mai :)

    RispondiElimina
  2. Che stranezza! Da provare... Ciao

    RispondiElimina
  3. Ciao Monica, che aspetti!?!?......io l'adoro!

    RispondiElimina
  4. Ehi ciao, benvenuta! Si è strana ma è davvero buona, credimi!! Va bene anche come aperitivo, sui crostini, o su delle belle fette di pane integrale!

    RispondiElimina

Post più vecchi